La pensione dev’essere una necessità sociale non politica

La discussione sul tema della pensione continua ad animare il dibattito politico.

Il Governo, dopo le stime dell’Inps in tema di età, ha deciso di allungare a 67 anni il termine per il raggiungimento del sistema pensionistico.

Su questo tema, il presidente del Movimento Uils Antonino Gasparo si è espresso in merito:

“Allungare di così tanto l’età minima per arrivare a raggiungere la pensione è un’assurdità, che non merita neanche troppe dichiarazioni. La pensione dovrebbe essere un obiettivo raggiunto, dopo anni di lavoro, che permette a lavoratore di vivere in serenità”.

Inoltre ha aggiunto: “La pensione non è un tema politico, da dibattiti televisivi. È un tema sociale. Una cosa necessaria. L’età massima dovrebbe essere 65 anni. Chi vuole continuare a lavorare, può farlo; altri possono aiutare con il volontariato. Una scelta però: non certo un’imposizione. La pensione è una cosa a cui deve contribuire la comunità. Un fondo dove tutti i lavoratori, nel mentre dei propri contributi, versano anche una quota per coloro che non sono in grado di poterlo fare in quel periodo della propria vita. Un aiuto, quindi, dei cittadini ai cittadini, soprattutto in una fase storica dove le istituzioni sono sorde”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *