Gasparo (Uils): “Le alte cariche istituzionali lo hanno dimenticato”

Il 25 settembre è ricorso il 121° anniversario della nascita del presidente della Repubblica Sandro Pertini.

Una figura importante per la nostra nazione: si pensi che ancora oggi la maggior parte degli italiani lo ricordano con amore, rispetto e, soprattutto, esempio da seguire.  Alcuni lo hanno ricordato attraverso frasi o filmati, soprattutto sui social network. La stampa nazionale, anche senza dedicargli dei pezzi, ha partecipato a questa condivisione sempre tramite i social: un modo come un altro per rendere omaggio alla figura del presidente.

Il mondo istituzionale invece è rimasto chiuso nel silenzio. Nessun comunicato, nessuna figura che lo ha ricordato. Il presidente della Uils Antonino Gasparo si è espresso in merito:

“È una vergogna che nessuno del mondo politico ha voluto ricordare Sandro Pertini. La Uils si aspettava che una delle quattro cariche massime istituzionali dicesse qualcosa a riguardo. Niente. Né i presidente delle Camere, né il premier Gentiloni. Il silenzio che più fa scandalo è quella del presidente Sergio Mattarella”.

“È compito del presidente della Repubblica- ha detto Gasparo – rendere omaggio ai suoi precedessori. Inoltre Pertini è stato anche un simbolo per della Resistenza, un pilastro nella costituzione della stessa Repubblica Italiana”.

“Aveva intuito bene, in momenti non sospetti, Indro Montanelli, quando scrisse in un suo articolo ‘Rimpiangeremo tutto di lui’. La Uils si ritiene offesa davanti a questo silenzio dei rappresentanti istituzionali. Non ci stupiamo però, poiché è l’ennesima dimostrazione di come la stragrande maggioranza della classe politica non sia degna di rappresentare il proprio passato politico”

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *