La soluzione per Alitalia è lasciare la gestione ai lavoratori

I lavoratori della compagnia aerea Alitalia hanno votato per il NO contro l’accordo azienda sindacati.

Non vogliamo entrare nel merito del disaccordo tra i convenuti. Il problema vero è che i lavoratori non si sentono più rappresentati come lo erano in epoca passata.

È quindi compito del governo prendere atto della drammatica situazione che in questi giorni vivono i lavoratori. Secondo la UILS spetta all’esecutivo tutelare tutti i lavoratori, e non solo quelli di Alitalia.

Tale tutela si ottiene quando lo Stato entra a far parte in maniera attiva nel contesto delle grandi aziende e nelle maggiori società per azioni, senza esclusione degli istituti di credito. Dovrebbe diventare azionista maggioritario con almeno il 51% del capitale.

Al riguardo però deve delegare la sua rappresentanza ai lavoratori che operano nella azienda di loro appartenenza. Gli stessi lavoratori, tramite referendum, disegneranno i loro rappresentanti nella gestione aziendale in modo di tutelare gli interessi azionari di appartenenza statale. Ah fine esercizio gli utili di competenza dello Stato dovranno essere attribuiti in piccola parte ai lavoratori.

In tal modo crediamo che difficilmente le aziende porteranno sempre i bilanci in perdita. Se ciò dovesse accadere significherebbe che i lavoratori in buona parte si renderebbero responsabili. E quindi dopo chi ha avuto la rappresentanza di controllo dovrà rispondere di conseguenza, anche penalmente se si riscontrasse il dolo sul mandato ricevuto.

Antonino Gasparo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *